Su LASPRO Luigi Lorusso recensisce i tre volumi de IL SOLE DELL'AVVENIRE

by Eymerich 27. giugno 2016 04:00

da Laspro n. 36, maggio-giugno 2016

1500 pagine in tre anni, per una trilogia che racconta la storia di un clan familiare romagnolo tra il 1870 e il 1945: dagli ultimi epigoni delle tendenze socialiste dei garibaldini alla Resistenza tra i colli e gli Appennini tosco-emiliani, passando per le leghe di resistenza contadina, la nascita delle cooperative, alcuni socialisti che diventano amici dei padroni, quel ragazzo taciturno figlio di un bravo compagno, Alessandro Mussolini, le due guerre, la Spagna dove i figli anarchici combatteranno contro i padri stalinisti e ritratti memorabili di quanto facevano e fanno schifo i fascisti.
Valerio Evangelisti in tre anni pubblica questa trilogia che fa riemergere pezzi di storia d’Italia che non troviamo mai sui libri di storia ufficiali e neanche in altri, semplicemente perché le categorie di interpretazione marxiste non trovano più spazio. La storia, secondo Evangelisti, è storia di lotta di classi, e questo è quello che ritroviamo nella carne e nel sangue vivo delle famiglie Verardi e Minguzzi e dei loro vicini e compagni. Scopriamo episodi di solidarietà internazionalista alla fine dell’Ottocento, l’organizzazione delle squadre fasciste, la realtà consolidata delle cameracce romagnole, antesignane dei centri sociali. Come spesso gli accade, Evangelisti è maestro nel tracciare ritratti degli infami e perciò una delle figure che rimane più impressa è quella di Spartaco Tito Vezio Verardi, figlio di Canzio “mezzo socialista e mezzo anarchico”, combattente della I guerra mondiale, fascista, nazionalista, ex legionario fiumano, rinnegato da sua madre come traditore.
Un’opera che andrebbe salutata come un capolavoro nazionale, studiata nelle scuole, premiata con onoreficenze, ricordata negli anni a venire: ci piace pensare che, di queste cose, forse l’ultima avverrà davvero. Questi sono libri che dureranno da qui a cent’anni.

Tags:

In libreria I SENTIERI PERDUTI DI EYMERICH, negli Oscar Absolute

by Eymerich 14. giugno 2016 04:17

Esce in questi giorni l'Oscar gigante di Valerio Evangelisti I sentieri perduti di Eymerich (pp. 834, € 16,50). Comprende tre romanzi centrali del ciclo di Eymerich: Il mistero dell'inquisitore Eymerich, Cherudek, Picatrix, la scala per l'inferno. Da quest'ultimo romanzo fu tratto anche un radiodramma a puntate di grande successo.

Nella quarta di copertina si legge un passaggio di Cherudek: "Una vampata di odio gli esplose nella mente, cancellando ogni tracccia di compassione. Era quello, rifletté, il sentimento che la Luce gli comandava di coltivare, a sua immagine e somiglianza: la naturale crudeltà dei giusti.". Segue un brano di Tiziano Scarpa sulla "eternità" della narrativa di Evangelisti.

Senza voler esagerare, è certo che questi romanzi, innumerevoli volte ristampati e tradotti in molte lingue, passano di generazione in generazione.

Tags:

Powered by BlogEngine.NET 3.1.0.1
Theme by MoonEclypse

Calendar
<<  luglio 2017  >>
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456

Vedi i post nel calendario più grande
Month List